fbpx
La fotografia per gli affitti brevi

La fotografia per gli affitti brevi

Trasforma le immagini in prenotazioni:

come fotografare la casa per i tuoi annunci

Quanto è importante la fotografia per il mondo degli affitti brevi?

Se vuoi migliorare la performance del tuo annuncio, con le prenotazioni e recensioni a cinque stelle, non puoi perderti queste utilissime informazioni.

Hai solo 7 secondi per catturare l’attenzione sui siti di prenotazione dei potenziali interessati.

È vero: sono davvero pochissimi!

Ecco perché le immagini, prima del testo dell’annuncio, fanno la differenza sull’appeal che generano negli ospiti.

Vediamo quindi come fotografare la tua casa per risaltarne la sua unicità, senza dimenticare di mettere in risalto i dettagli.

Fai anche attenzione a non deludere le aspettative e all’uso del grandangolo che potrebbe distorcere anche di molto la corretta percezione delle dimensioni degli spazi.

Perché fare fotografie?

Un buon servizio fotografico della tua casa deve prevedere immagini belle, luminose e realistiche dei tuoi spazi.

Le foto devono mostrare gli spazi principali e i dettagli che ispireranno i viaggiatori.

Per essere utilizzare sui siti di prenotazione, sulle pagine social o sul sito della tua attività devono essere tutte di buona qualità e alta risoluzione.

Le immagini devono:

  • riuscire ad accompagnare in un viaggio visivo i tuoi ospiti,
  • trasmettere la giusta atmosfera degli ambienti,
  • risaltare la cultura e la storia della tua casa,
  • mostrare il tipo di esperienza che gli ospiti possono aspettarsi durante il loro soggiorno.
fotografare casa affitti brevi

Photo by Hernan Lucio on Unsplash

Cosa fotografare?

Accertati di fotografare tutti gli ambienti.

Mostra i diversi spazi da più angolazioni, come:

  • la vista da un angolo con una visione di insieme,
  • la vista da un diverso angolo,
  • le caratteristiche e i servizi di ogni ambiente.

Scatta almeno 4 foto per ogni stanza ed almeno una per i bagni.

Inoltre, non dimenticarti di:

  • includere le viste dell’esterno,
  • il balcone e il terrazzo,
  • eventuali dettagli architettonici che rendono speciale la tua casa,
  • il giardino e il patio,
  • la piscina.

Come fotografare gli ambienti

Le tue foto devono mostrare la tua casa in modo realistico e presentarla nel modo migliore.

Gli ambienti fotografati devono avere un aspetto pulito, ordinato e organizzato: non dimenticare di preparare gli spazi prima di iniziare a scattare le foto.

Le camere da letto dovranno avere:

  • le tapparelle aperte, così da far entrare la luce naturale e poter vedere gli esterni,
  • gli ambienti luminosi,
  • i letti rifatti,
  • tutte le superfici pulite,
  • i pavimenti ed eventuali tappeti puliti,
  • assenza di panni sporchi,
  • assenza di cavi elettrici in vista.

I bagni dovrebbero avere:

  • gli ambienti luminosi,
  • gli specchi puliti,
  • la tenda della doccia aperta,
  • la tavoletta del water chiusa,
  • la carta igienica e il contenitore per i rifiuti igienici non in vista.

Dov’è la tua casa?

Quando i tuoi ospiti prenotano, si aspettano una chiara e realistica rappresentazione della tua casa e del suo contesto.

Gli ospiti hanno bisogno di sapere esattamente come apparirà la casa al loro arrivo, per questo dovresti mostrare con alcune immagini:

  • l’ingresso esterno della casa,
  • la facciata della casa inserito nel contesto.
fotografare casa affitti brevi

Photo by khloe arledge on Unsplash

fotografare casa affitti brevi

Photo by Jared Rice on Unsplash

Le 7 basi per una buona fotografia

  1. Usa una buona attrezzatura
  2. Scatta foto in orizzontale
  3. Le immagini devono avere una buona risoluzione
  4. Raddrizza le linee, le immagini storte comunicano poca cura dei dettagli
  5. Scatta almeno 10 fotografie
  6. L’altezza dal pavimento alla quale scattare è compresa tra 100 e 150cm, per una prospettiva ottimale e non deformata
  7. Scatta le foto dai diversi angoli degli ambienti per aggiungere prospettiva e profondità

Le 7 cose da evitare

  1. Scattare foto contenenti persone,
  2. I riflessi delle persone negli specchi o sui vetri delle finestre,
  3. Scattare foto con la televisione accesa,
  4. Foto con grandangolo e lente fish-eye,
  5. Fotografie in bianco e nero,
  6. Fotografie sovraesposte o sottoesposte,
  7. Photo-collage.

**********************************************

Se vuoi approfondire il tema della preparazione della casa e dell’home staging per gli affitti brevi, puoi farlo qui

Vuoi ottenere degli ottimi risultati con la tua attività extralberghiera, attraverso la fotografia? Scrivimi una mail a irene@homeonstage.it, oppure inviami un messaggio WhatsApp o chiamami al 391 4714007, ti risponderò il prima possibile.

Gestisti una casa vacanze e credi che la presentazione della tua casa sia una risorsa vincente per la tua attività, ma non hai ancora trovato un partner di lavoro che ti aiuti a sfruttare questa risorsa? Parlane con ME ADESSO.

[Contattami per MIGLIORARE i TUOI risultati di business]

**********************************************

Agente immobiliare sì, agente immobiliare no

Agente immobiliare sì, agente immobiliare no

Hai deciso di vendere casa?

Pensi di affidarti ad un agente immobiliare per la vendita?

O pensi di riuscirci da solo?

Per farlo dovresti saper rispondere a queste poche domande:

– sai quanto vale la tua casa, qual è il suo più probabile valore di mercato?

come si pubblicizza la vendita di una casa, come funziona il marketing immobiliare?

– hai le conoscenze in campo immobiliare?

– hai il giusto tempo per dedicarti a tutte queste attività?

Se la risposta a tutte queste domande è sì, allora sei pronto per il fai-da-te e puoi terminare la lettura di questo articolo qui.

 

Se, invece, vuoi conoscere meglio quali sono i vantaggi di affidarsi ad un professionista, sei nel posto giusto.

Vendere casa oggi è un’attività complessa: implica la necessità di conoscere normative specifiche, iter procedurali e avere il polso del mercato.

L’agente immobiliare è il professionista qualificato per questa attività. Ha seguito un corso preparatorio multidisciplinare, ha superato l’esame di idoneità per poter correttamente esercitare la sua attività. È un professionista che studia il mercato e ne valuta gli scenari, aggiornandosi costantemente.

real-estate-home-staging

Photo-by-Precondo-CA-on-Unsplash

Conoscenza del mercato

Qual è la domanda e l’offerta per una casa come la tua? Dalla mia esperienza, oggi ci sono potenzialmente 3 interessati ogni 10 case, quindi questo significa che solo il 30% dell’offerta sarà venduto.

Quanto vale una casa? L’agente immobiliare ha gli strumenti giusti per fare una corretta valutazione, ovvero stimare il più probabile valore di mercato, perché ha a disposizione la conoscenza del territorio in cui opera, ha esperienza ed ha accesso ad un database di dati storici che gli consentono di fare una stima corretta, in funzione della posizione, delle dimensioni e delle prestazioni della casa, oltre che del modo in cui si presenta.

Oltre a ciò, l’agente immobiliare, essendo un attore terzo nel processo di vendita, non è coinvolto in prima persona nella stima: ha l’imparzialità di fare una corretta analisi e valutazione della tua proprietà. Se fai tu la stima, potresti incorrere nell’errore di peccare di un legame affettivo oppure di fare un confronto soggettivo con il tuo prezzo di acquisto.

Per questo ti consiglio di affidarti a chi ha le giuste competenze e non cerca unicamente di acquisire un immobile in portfolio per “parcheggiarla” tre tante altre e poi, dopo pochi giorni dall’incarico affidatogli,  tornerà dicendoti che se voi vendere devi ridurre la richiesta.

Come sai, io mi occupo di preparare le case per la vendita in modo che la giusta presentazioni le porti ad essere protagoniste del mercato immobiliare.

Barb Schwarz, l’ideatrice dell’HS, afferma “2 cose vendono una casa: il giusto prezzo e l’home staging

Una casa, il cui prezzo è sovrastimato (magari per compiacere il proprietario) rimarrà ferma sul mercato a lungo, con il risultato di perdere solo opportunità e tanto tempo, così come una casa presentata male: magari è quella che fa al caso dell’acquirente ma se trascurata non farà scattare la scintilla dell’acquisto.

real-estate-home-staging

Photo by Hunters Race on Unsplash

Pre-qualificazione del potenziale interessato

L’agente immobiliare ha gli strumenti e le competenze per valutare e decide a chi far vedere la tua casa. Attraverso una pre-qualificazione e un’intervista preliminare, infatti, conosce il potenziale interessato e valuta se proporgli o meno la tua casa, anche in base a quali sono le tue necessità e condizioni di vendita.

Oggi in questa fase di riapertura, a seguito dell’emergenza sanitaria, è determinante fare un’operazione di questo tipo. Ecco che la strategia di evitare di fare visite inopportune, selezionando solo i reali interessati, è a favore per la sicurezza e la salute di tutti.

La realizzazione di un video-tour, di un servizio fotografico, abbinati alla preparazione professionale della casa, sapranno raccontare la tua casa senza troppi giri di parole, consentono proprio questo. Sono tutte  attività e strumenti orientati ad individuare la tipologia di interessato adatto alla tua casa, mostrandola al meglio delle sue potenzialità.

 

La pubblicità e il marketing

La promozione della vendita della casa è una delle attività principali di un bravo agente immobiliare. Forse la più delicata e determinante per la riuscita della vendita.

Avere consapevolezza delle dinamiche e della concorrenza sul mercato consente di selezionare gli strumenti e i canali più adatti per metterla in vetrina, soprattutto quella virtuale, nel migliore di modi.

L’agente immobiliare conosce le funzionalità dei portali immobiliari e ha a disposizione una serie di strumenti di comunicazione, come il sito web e i canali social, per far accendere i riflettori del mercato sulla tua casa. La promozione della casa, attività cruciale, richiede investimento in tempo e denaro.

Se non hai a disposizione queste conoscenze ed i giusti strumenti, è difficile ottenere visibilità per l’annuncio.

Un annuncio ben strutturato, che include preparazione della casa, realizzazione di servizio fotografico professionale (e video), la creazione di una comunicazione persuasiva e le conoscenze del web marketing, consentiranno alla tua casa di avere molta visibilità. La conseguenza saranno tanti contatti e richieste di appuntamento che aumentano esponenzialmente la probabilità di vendita.

 

E non è tutto!

A questo punto avrai ben capito il valore ad affidarsi ad un professionista del settore! Immagina che questi sono alcuni dei vantaggi.

Oltre a ciò, infatti, l’agente immobiliare si occupa – in sinergia con un tecnico professionista – di reperire la documentazione necessaria alla vendita e di curare tutti gli aspetti burocratici, compresa la gestione dei rapporti con il Notaio, i rapporti con il compratore mediando e svolgendo una trattativa imparziale nell’interesse di tutti, i rapporti con l’istituto di credito qualora il compratore abbia necessità di ottenere un mutuo.

 

Ti saluto raccontandoti un piacevole ricordo. Durante la mia attività di home stager sono stata protagonista, insieme all’agente immobiliare che aveva l’incarico in esclusiva, affiancato come partner della comunicazione di una casa di un successo: la casa è stata venduta in soli 5 giorni! Sai quale stato il più grande vantaggio di tutti? I proprietari, con la rapida vendita della loro casa, hanno potuto finalmente programmare il loro futuro desiderato e cambiare casa!

 

*********************

Se vuoi approfondire il tema della preparazione della casa, dell’home staging per un annuncio efficace, puoi farlo qui con la mia guida gratuita dedicata.

Vorresti ottenere degli ottimi risultati con la vendita della casa?

Se ti incuriosisce l’home staging e vuoi saperne di più, scrivimi una mail a irene@homeonstage.it, oppure inviami un messaggio WhatsApp o chiamami al 391 4714007, ti risponderò il prima possibile.

Gestisti una casa vacanze e credi che la presentazione della tua casa sia una risorsa vincente per la tua attività, ma non hai ancora trovato un partner di lavoro che ti aiuti a sfruttare questa risorsa? Parlane con ME ADESSO.

[Contattami per MIGLIORARE i TUOI risultati di business]

**********************************************

Affitti brevi: gestire le pulizie post emergenza

Affitti brevi: gestire le pulizie post emergenza

Ti stai chiedendo quando e come torneremo ad accogliere i nostri ospiti? Hai iniziato a valutare quali spetti dovrai migliorare nella tua casa? Allora sei nel posto giusto!

Qualche giorno fa ho scritto e condiviso alcune riflessioni sulla ripartenza, che puoi facilmente ritrovare qui e ti invito a leggere. Tra queste considerazioni, ho accennato al tema delle pulizie, protagonista di questo articolo.

Prima dell’emergenza sanitaria le pulizie erano già un argomento molto “caldo”, perché al centro del benessere durante il soggiorno del nostro ospite e un aspetto importante nelle tue recensioni.

Pensaci per un attimo: una casa datata può essere molto pulita e corredata da biancheria fresca di bucato ed ottenere un feedback molto positivo, dall’altro lato una casa nuova di zecca, che strizza l’cocchio al design, potrebbe invece essere molto trascurata dal punto di vista della pulizia e generare riscontri negativi da parte dell’utente.

Ecco perché – alla ripartenza – sarà un aspetto ancora più differenziante. Già da ora, occorre pensare anche alla giusta strategia di comunicazione, per rassicurare i nostri potenziali ospiti e per valorizzare quanto possibile questo aspetto.

Prendersi cura delle nostre case significa prendersi cura dei nostri ospiti. È bene quindi pianificare un protocollo e condividerlo con chi si occupa materialmente delle pulizie, tra il check-in e il check-out. Se affidi la gestione di questo aspetto ad un’impresa specializzata condividete insieme le linee guida da seguire e fatti consigliare qual è la migliore strategia.

Considera anche, visto anche il lavoro sodo che fai pere offrire uno spazio pulito e accogliente, di condividere con i tuoi ospiti la tua routine di pulizia.

Le pulizie ordinarie

Le pulizie ordinarie devono essere seguite dell’uso di prodotti disinfettanti, come quelli impiegati nelle strutture ospedaliere che sono approvati dal Ministero della Salute. Con l’utilizzo di panni monouso soffermati sui punti di contatto frequente, come le maniglie delle porte e gli interruttori delle luci, le superfici dei servizi igienici come la rubinetteria. Negli ambienti con una frequenza di passaggio maggiore è bene prestare qualche attenzione in più.

Tieni a mente che finita l’emergenza sanitaria, ci sarà un cambiamento significativo nella sensibilità delle persone e vale sempre la regola di immedesimare te stesso nei tuoi ospiti.

check-list-pulizi-home-on-stage

L’uso di prodotti specifici, usati per la disinfezione in ambito ospedaliero, è sufficiente per garantire la migliore sicurezza ai tuoi ospiti. Essi sono reperibili in commercio a prezzi ragionevoli e sono prodotti a base di ipoclorito di sodio, etanolo o perossido di idrogeno. Devono essere impiegati per un tempo adeguato, facendo attenzione – mi raccomando – all’uso su superfici delicate che potrebbero essere danneggiate dall’uso di queste sostanze e per le quali sarà necessario un prodotto specifico.

Per quanto riguarda i tessuti, non trascurare i divani, i tappeti e le tende. Rimuovi lo sporco visibile e utilizza un detergente appropriato per la loro pulizia. Se possibile, lava gli articoli in lavatrice, secondo le indicazioni del produttore così come fai per la biancheria. Lenzuola, federe, copriletti e coprimaterassi, asciugamani, canovacci devono essere lavati alla massima temperatura che trovi sulla etichetta.

Protocollo di sanificazione

Nel caso di sospetto o accertati casi di covid-19, oltre alle pulizie ordinarie, sono opportune ulteriori prescrizioni che vado ora a riassumerti. Considera però – prima di procedere – di approfondire tale aspetti essendo molto delicato e di non accontentarti di queste poche righe.

Per la sanificazione, se la gestione delle pulizie non è già affidata ad un’impresa specializzata, ti consiglio anche di individuarne una alla quale rivolgerti, affinché possa eseguire le operazioni con gli appositi dispositivi di protezione individuale e le regole specifiche. I locali possono essere sanificati con un sistema di nebulizzazione che rilascia nell’aria disinfettante in micro particelle, che consentono di trattare in meno tempo e con un effetto maggiore gli ambienti. Dopo la nebulizzazione può essere necessario un secondo passaggio, per rimuovere i residui del trattamento.

Un’alternativa a questo trattamento di nebulizzazione, è l’ozonizzazione dell’aria ambiente. Questo processo avviene attraverso un apposito macchinario, che immette in ambiente ozono, sino a completa saturazione dell’aria. Il macchinario il cui costo è di alcune migliaia di euro, può essere noleggiato o acquistato direttamente, qualora avessimo più case da trattare infatti consentirebbe di ottimizzare la spesa.

pulizie-affitti-brevi-home-on-stage

Foto di Andrea Piacquadio da Pexels

Spese di pulizia e strategie di marketing

Alla luce di queste considerazioni occorre valutare una rimodulazione dei costi di pulizia a carico degli ospiti che, a fronte di un ottimo servizio e garanzia di sicurezza, saranno ben disposti a farsene carico.

È importante quindi comunicare nella maniera corretta alcuni aspetti. Fai conoscere ai tuoi potenziali clienti le azioni intraprese per soddisfare le nuove esigenze, mostrando la tua sensibilità al tema.

Ti consiglio di mettere a disposizione dei tuoi ospiti le tue linee guida adottate per le pulizie della casa, magari arricchita di informazioni sui prodotti impiegati e le azioni intraprese per la loro accoglienza. Dedica, se lo ritieni opportuno una sezione specifica all’interno del tuo guest book [di questo tema ho intenzione di parlarti in un articolo futuro, non perdertelo].

Tra le superfici da pulire con attenzione ricorda anche il telecomando della televisione e quello per l’aria condizionata, se presente così come le chiavi in dotazione. Dopo averli trattati con cura, conservarli in un sacchettino di carta apposito, oppure riponili in una fascetta ad hoc, magari accompagnati da un cartoncino con il brand della tua struttura e il messaggio informativo sulla pulizia e la disinfezione, cui l’oggetto è stato sottoposto. È sicuramente un modo originale e carino per prenderti cura dei tuoi ospiti che sapranno apprezzare questo gesto che diventa anche un’efficace strategia di marketing.

 

Precauzioni e rispetto per l’ambiente

Se esegui direttamente le pulizie prendi tutte le precauzioni necessarie, indossando i dispositivi di protezione idonei. Una volta concluse le operazioni di pulizia, smaltisci i guanti e i dispositivi adottati nella maniera più appropriata, seguendo le indicazioni del produttore.

Non dimentichiamo di rispettare e prenderci cura dell’ambiente anche – e soprattutto – affrontando questa situazione!

[SCARICA QUI LA CHECK-LIST PER LE PULIZIE]

Al prossimo articolo.

*********************

Se vuoi approfondire il tema della preparazione della casa e dell’home staging per gli affitti brevi, puoi farlo qui

Vorresti ottenere degli ottimi risultati con la tua attività extralberghiera?

Se ti incuriosisce l’home staging e vuoi saperne di più, scrivimi una mail a irene@homeonstage.it, oppure inviami un messaggio WhatsApp o chiamami al 391 4714007, ti risponderò il prima possibile.

Gestisti una casa vacanze e credi che la presentazione della tua casa sia una risorsa vincente per la tua attività, ma non hai ancora trovato un partner di lavoro che ti aiuti a sfruttare questa risorsa? Parlane con ME ADESSO.

[Contattami per MIGLIORARE i TUOI risultati di business]

**********************************************

Affitti brevi: alcune considerazioni per ripartire

Affitti brevi: alcune considerazioni per ripartire

In questi giorni ho raccolto informazioni e pareri autorevoli. Ho cercato di sintetizzarli qui con alcune riflessioni per la ripartenza nel settore extralberghiero, per capire e fare alcune considerazioni sulla situazione che ci troveremo ad affrontare finita l’emergenza, provando a rispondere a quali saranno gli scenari e a quali esigenze dei nostri futuri ospiti dovremo andare incontro, ma soprattutto cosa possiamo fare in questo momento di stand-by.

Sono del parere che non è il momento di preoccuparsi, nel senso letterale del termine di “occuparsi prima” del tempo e del dovuto, perché non abbiamo strumenti a sufficienza per prevedere quanto accadrà, possiamo però soffermarci e riflettere su alcuni elementi di cambiamento che saranno inevitabili. È il momento di affrontare e vivere questa situazione come una grande chance, se pensiamo con strategia e flessibilità, creatività ed intuito.

Domani, più che mai, occorrerà lavorare per differenziarsi e occorrerà avere un metodo di lavoro efficace. Un’arma importante è l’esercizio di immedesimazione nei nostri clienti. Nei prossimi 12 mesi assisteremo ad una situazione fluida in merito al turismo, in cui per buona parte dovremo rinunciare a viaggiare all’estero e ad accogliere ospiti stranieri.

Tutti sono concordi nell’affermare che il turismo domestico, quello all’interno dei confini nazionali, sarà preponderante. Ci sarà un incremento dei viaggi a breve distanza, passando dal fly to destination al drive to destination.

Si è anche concordi nel dire che due aspetti impareranno a convivere nei primi mesi: la paura del contagio e il desiderio di tornare a viaggiare. Tendendo bene a mente questo aspetto duale, possiamo prevedere quali saranno le necessità degli ospiti e provare a soddisfarle al meglio.

Le pulizie, di cui ti parlerò più avanti in un articolo dedicato, saranno un fattore estremamente importante. Sarà determinante offrire nelle nostre case ai nostri clienti un protocollo di sicurezza in tal senso.

Un aspetto che potrà influire nella scelta di una casa, preferendola ad una sistemazione in hotel, è la possibilità di godere degli spazi ad uso esclusivo, senza l’ansia della promiscuità e la condivisione con sconosciuti degli spazi comuni.

affitti-brevi-considerazioni-per-ripartenza

È molto probabile che alcuni tipi di strutture che godono di spazi all’aperto siano preferiti, così come si privilegeranno i borghi e luoghi in campagna.

Per la stagione estiva è possibile, poi, che siano “riscoperte” e preferite le seconde case, in cui i diretti proprietari sceglieranno di trascorrere le proprie vacanze.

Magari potrebbe essere questa l’occasione per rinnovare, anche solo in parte, gli arredi o rinfrescare gli ambienti con nuovi colori e complementi, scegliendo qualcosa che ti piace per la tua casa al mare o in montagna, senza trascurare però l’aspetto economico e quello pratico e funzionale per l’uso da parte dei tuoi futuri ospiti.

Il turismo business, presente soprattutto nei grandi centri non dovrebbe subire variazioni importanti, anche se si prevede che i contatti diretti come le riunioni o le cene di lavori saranno limitate a favore di call on line.

Considerazioni sugli affitti a medio termine

Gli affitti per studio o lavoro di media durata non dovrebbero subire flessioni, anzi, in certi casi saranno preferiti dai proprietari o property manager in quanto i costi gestione, quelli che richiedono più lavoro burocratico, maggiori pulizie e attività tra un check-in e un check-out saranno più diluiti. Rispetto agli affitti brevi per turismo da diversione, è vero che i ricavi potrebbero essere più contenuti ma non soffrire della stagionalità.

Cosa offrire per differenziarsi?

L’obiettivo è ragionare sull’uso dello spazio, sulla piacevolezza dello stare in questi ambienti per chi li occuperà. È essenziale ragionare sulla luce naturale, su spazi confortevoli in cui lavorare e studiare, senza trascurare la creazione di spazi ad hoc per videoconferenze. Tra l’altro, si potrebbe pensare a sfondi con cartelloni personalizzati in caso di videoconferenza.

affitti-brevi-considerazioni-per-ripartenza

Foto di S. Hermann & F. Richter da Pixabay

Il progettare in modo funzionale spazi per il relax o per il lavorare sarà sempre più un’esigenza da soddisfare. Non trascuriamo, tra l’altro, uno spazio comodo per ospitare genitori o partner in visita durante un fine settimana.

Gli spazi dedicati alla cottura dei cibi, in questi casi, dovrebbero essere facilmente celati o separati, in modo da garantire ordine anche in situazioni di home working.

Considerazioni sugli affitti brevi

È opportuno rileggere in chiave post-emergenza alcune soluzioni di arredo per assicurare ai tuoi ospiti la massima igiene. Quindi è altamente consigliato evitare divano-letto non sfoderabili, preferendo soluzioni lavabili, oppure soluzioni in cui il rivestimento della seduta reclinabile è a contatto con la biancheria da letto.

Ampliamento offerta di servizi

I servizi della tipologia di assistenza alberghiera, il guest care service, sono l’insieme delle attività per prendersi cura degli ospiti, avendo a cuore la sicurezza e la qualità del servizio, la pulizia e l’igiene. È un settore in continua crescita ed evoluzione: poter offrire servizi aggiuntivi, come lavanderia o di pulizia (per i soggiorni medio-lunghi) oppure di prenotazione di servizi aggiuntivi come le prenotazioni di eventi saranno servizi differenzianti unici, tenendo sempre presente che non possiamo non soddisfare le richieste del cliente, perché un cliente soddisfatto è un cliente che torna a trovarci e che ci lascia una recensione positiva, volano per la nostra attività.

 

Queste sono le mie considerazioni. Mi piacerebbe ricevere le tue: ti andrebbe di scrivermele?

*********************

Se vuoi approfondire il tema della preparazione della casa e dell’home staging per gli affitti brevi, puoi farlo qui

Vorresti ottenere degli ottimi risultati con la tua attività extralberghiera?

Se ti incuriosisce l’home staging e vuoi saperne di più, scrivimi una mail a irene@homeonstage.it, oppure inviami un messaggio WhatsApp o chiamami al 391 4714007, ti risponderò il prima possibile.

Gestisti una casa vacanze e credi che la presentazione della tua casa sia una risorsa vincente per la tua attività, ma non hai ancora trovato un partner di lavoro che ti aiuti a sfruttare questa risorsa? Parlane con ME ADESSO.

[Contattami per MIGLIORARE i TUOI risultati di business]

**********************************************

5 P: i 5 Passi per una casa vacanza di successo

5 P: i 5 Passi per una casa vacanza di successo

Le mie 5 P: i 5 Passi per una casa vacanza di successo

Ti propongo la mia personale selezione dei 5 passi, ovvero delle 5 P, per una casa vacanza di successo.

Partiamo dal principio. Anzi no, questa volta partiamo dalla fine e impariamo a conoscere i nostri potenziali ospiti, tralasciando gli aspetti meramente formali della la tua casa, vedrai che tutte le scelte ti appariranno più facili e lineari.

Inizia a chiederti cosa cerca il tuo ospite, quali possono essere le sue esigenze e, a questo punto, cosa devi proporgli per poter farti scegliere e aumentare le tue prenotazioni.

casa vacanze di successo

Photo by Philipp Berndt on Unsplash

  1. POSIZIONAMENTO

Ti sei mai domandato qual è il tuo cliente ideale e a quale tipo di ospite è adatta la tua casa?

Si tratta forse di una coppia – magari con bambini, oppure di un gruppo di amici oppure di un viaggiatore per lavoro? È importante capire a chi vuoi rivolgere la tua offerta e la tua casa. La tua proposta dev’essere chiara e mirata, per poter intercettare il tuo ospite ideale e poter declinare la tua comunicazione nella maniera corretta.

Analizza quali sono le caratteristiche comuni del tipo di ospiti che sono i tuoi migliori clienti e sviluppa una proposta che ti distingua dalla concorrenza.

In questo modo sarà più facile trovare il giusto posizionamento nel mercato.

  1. PUNTO DI VISTA

Quale tipologia di vacanza vuoi offrire ai tuoi ospiti?

Comunica il tuo punto di vista sul tipo soggiorno che proponi in modo chiaro ai tuoi clienti, perché con la giusta prospettiva saprai raccontare in maniera efficace la rua storia, quella della tua casa e ciò che la rende unica.

Ricorda che l’importante non è piacere a tutti, ma alla tipologia di ospite che vuoi attirare.

  1. PERSONALITA’

Oggi la concorrenza può essere molta, ma i dettagli possono fare la differenza.

Esprimi la tua personalità e quella della tua casa, tenendo ben a mente che i tuoi potenziali ospiti non sono solo alla ricerca di un letto sul quale dormire, ma sono alla ricerca di un’esperienza che renda piacevole il ricordo del soggiorno presso la tua struttura.

È bene che la personalità sia ben comunicata e declinata attraverso tutti i tuoi canali, con articoli, video, fotografie, contenuti e tutti gli elementi che decidi di condividere sulla tua attività.

  1. PROMESSA

La comunicazione della tua casa e della tua proposta di soggiorno esprimono le tue promesse che si traducono nelle aspettative dei tuoi potenziali ospiti.

Domandati sempre quali sono queste aspettative e fai in modo di mantenere le promesse. Nulla è meglio di un ospite contento e soddisfatto, perché per primo sarà il testimone dell’esperienza presso la tua casa e attraverso le sue recensioni, ai suoi racconti potrai attirare nuovi ospiti, creando così un virtuosismo.

  1. PROFITTO

Questo è senza dubbio l’aspetto per cui abbiamo fatto i punti precedenti.

Non si tratta solo di tariffe e offerte, ma si tratta dei tuoi ospiti, della loro soddisfazione e delle loro esperienze positive che daranno il motore della tua attività e ispireranno nuovi ospiti a sceglierti.

Arrivati a questo punto dovrebbe esserti più chiaro del perché, mai come in questo caso, è necessario partire dalla fine e guardare la tua attività, la tua casa con gli occhi del tuo prossimo ospite.

casa vacanze di successo

Photo by Kara Eads on Unsplash

**********************************************

Se vuoi approfondire il tema della preparazione della casa e dell’home staging per gli affitti brevi, puoi farlo qui

Vorresti ottenere degli ottimi risultati con la tua attività extralberghiera?

Se ti incuriosisce l’home staging e vuoi saperne di più, scrivimi una mail a irene@homeonstage.it, oppure inviami un messaggio WhatsApp o chiamami al 391 4714007, ti risponderò il prima possibile.

Gestisti una casa vacanze e credi che la presentazione della tua casa sia una risorsa vincente per la tua attività, ma non hai ancora trovato un partner di lavoro che ti aiuti a sfruttare questa risorsa? Parlane con ME ADESSO.

[Contattami per MIGLIORARE i TUOI risultati di business]

**********************************************

Il manuale della casa per gli affitti brevi

Il manuale della casa per gli affitti brevi

Il manuale della casa: il tuo speciale benvenuto agli ospiti

Il manuale della casa: ne hai già uno?

Oggi vorrei parlarti proprio di questo. Ai più potrebbe sembrare un semplice dettaglio, ma non va assolutamente trascurato, anzi può essere una preziosa risorsa per continuare una comunicazione efficace con i tuoi ospiti anche durante il soggiorno, in maniera discreta e non invadente.

Un buon manuale deve contenere alcune informazioni necessarie per far sentire la vostra presenza ai vostri ospiti, ma con assoluta discrezione.

Lo puoi arricchire con i tuoi consigli e le tue indicazioni, con i tuoi personali suggerimenti per poter rendere speciale il loro soggiorno, godendo a pieno di ciò che può offrire la tua casa e la tua zona.

manuale della casa

Photo by Belinda Fewings on Unsplash

Cosa non può mancare

La mia personale lista di cosa non può assolutamente mancare comprende:

  • Una prima pagina di benvenuto per i tuoi ospiti,
  • I tuoi numeri di contatto,
  • La password per l’uso del wi-fi,
  • I riferimenti per l’uso della pay-tv, qualora presente,
  • Le regole della casa, ad esempio se è consentito o meno organizzare delle feste e quali orari sono dedicati al riposo nel condominio, evitando rumori molesti ai vicini,
  • Le indicazioni per ospiti fumatori, suggerendo loro di fumare in balcone avendo cura di accostare la porta balcone per evitare l’ingresso del fumo in casa e come raccogliere e smaltire la cenere,
  • Le indicazioni principali per l’uso di elettrodomestici in dotazione, come il forno, la lavastoviglie e la lavatrice, oltre l’uso corretto dell’aria condizionata se presente,
  • Le indicazioni per la raccolta rifiuti, comprese quelle per il conferimento nei bidoni condominiali e il calendario per la raccolta differenziata
  • I numeri di telefono utili, come i numeri taxi, e quelli di emergenza,
  • La selezione degli indirizzi utili per servizi (come ad esempio farmacia, tintoria e bancomat più vicini alla casa), ristoranti – compresi i servizi di delivery e take-away, oltre alla tua personale selezione per degustare i piatti tipici regionali o la tua pizza preferita, le attività commerciali quali supermercati e mercati settimanali,
  • Le indicazioni e le informazioni per godere delle attrazioni nei dintorni della casa e le attività raccomandate, compresa la tua personale selezione,
  • Le indicazioni per il parcheggio, comprese quelle libere o a pagamento,
  • Le informazioni per l’uso dei mezzi di trasporto pubblici e privati, utilizzabili nella zona,
  • Le informazioni relative all’eventuale kit di primo soccorso, se in dotazione all’appartamento.

Non dimenticare di aggiungere anche una sezione dedicata alle gestione delle pulizie. Quando torneremo a viaggiare e ricevere gli ospiti, sarà un tema a cui dedicare particolare attenzione: andrà comunicato in maniera trasparente ed efficace, sia sul nostro sito che tramite i nostri canali social, sia durante il nostro soggiorno. [Se ti sei perso l’articolo dedicato alle pulizie puoi facilmente trovarlo qui. Al suo interno troverai anche un bonus: la check-list sintetica per le pulizie della casa!]

manuale della casa

Photo by ONNE Beauty on Unsplash

Sezioni extra

Inoltre, potrebbe essere utile inserire delle selezioni dedicate qualora fosse importante delle informazioni aggiuntive su servizi extra, come ad esempio:

  • Per i piccoli ospiti, le indicazioni di dove trovare in casa i giocattoli (chiusi nel cassetto), la vaschetta per il bagnetto, ecc…,
  • Per gli ospiti a quattro zampe, le informazioni sulle regole municipali e dove portarlo a fare una passeggiata,
  • Il calendario con gli eventi del mese e le indicazioni per riservare concerti e spettacoli teatrali,
  • Per il check-out, le azioni per agevolare questa attività qualora non sia possibile un vostro saluto di persona. Questa sezione potrebbe essere arricchita con una lista pre-check out di azioni da fare prima di lasciare il vostro appartamento.

Ora dovresti avere le basi di partenza per scrivere il tuo manuale della casa. Dedica attenzione anche all’impaginazione, per ottimizzare una lettura piacevole, senza trascurare una personalizzazione inserendo alcune immagini del tuo appartamento o dei dintorni significativi.

Valuta, in funzione della tipologia dei tuoi ospiti, anche la traduzione in una seconda lingua e addirittura una terza se necessario.

I tuoi ospiti gradiranno sicuramente!

**********************************************

Se vuoi approfondire il tema della preparazione della casa e dell’home staging per gli affitti brevi, puoi farlo qui

Vorresti ottenere degli ottimi risultati con la tua attività extralberghiera?

Se ti incuriosisce l’home staging e vuoi saperne di più, scrivimi una mail a irene@homeonstage.it, oppure inviami un messaggio WhatsApp o chiamami al 391 4714007, ti risponderò il prima possibile.

Gestisti una casa vacanze e credi che la presentazione della tua casa sia una risorsa vincente per la tua attività, ma non hai ancora trovato un partner di lavoro che ti aiuti a sfruttare questa risorsa? Parlane con ME ADESSO.

[Contattami per MIGLIORARE i TUOI risultati di business]

**********************************************

I workshop ad Expocasa rinviati

Nuove date per Expocasa

Ci sono aggiornamenti a proposito di Expocasa che, al momento, è stata posticipata dal 28 marzo fino al 5 aprile, così come da comunicato stampa ufficiale.
La 57esima edizione sarebbe dovuta essera inaugurata quest’oggi, ma l’emergenza sanitaria emersa in qesti giorni e la relativa ordinanza, congiunta del Ministero della Salute e della Regione Piemonte, ha sospeso – come saprai – ogni evento pubblico questa settimana, impedendo il rispetto del calendario originale.
Ti anticipo che i miei appuntamenti dovrebbero essere riprogrammati il 30 marzo e il 3 aprile.
Non è però ancora possibile procedere con la prenotazione dei posti per poter partecipare.
Non appena gli eventi saranno nuovamente disponibili per la prenotazione sul sito di Expocasa ti darò tutte le informazioni per poter partecipare.
A presto!

**********************************************

Se ti incuriosisce l’home staging e vuoi saperne di più, scrivimi una mail a irene@homeonstage.it, invaiami un messaggio WhatsApp o chiamami al 391 4714007, ti risponderò il prima possibile.
**********************************************

Ci vediamo ad Expocasa per parlare di home staging?

Ci vediamo ad Expocasa per parlare di home staging?

L’home staging arriva per la prima volta ad Expocasa ed io ne sarò ambasciatrice!

Quest’anno, il più importante appuntamento del nord-ovest dedicato all’arredamento e alle soluzioni per la casa, ha aperto le porte a questo potente strumento di marketing immobiliare!

Durante l’imminente edizione presso l’Oval Lingotto Fiere di Torino, dal 29 febbraio all’8 marzo, con oltre 400 espositori, sono in programma tre imperdibili appuntamenti con Home ON Stage e la sottoscritta:

  • PRENOTA QUI: COME CONQUISTARE GLI OSPITI CON LA CASA PER GLI AFFITTI BREVI è in programma lunedì 2 marzo 2020 dalle ore 19,30 alle ore 20,30 e in replica venerdì 6 marzo 2020 dalle ore 16,30 alle ore 17,30
  • LA CASA BELLA SI VENDE PRIMA: I SEGRETI PER L’ANNUNCIO IMMOBILIARE VINCENTE venerdì 6 marzo 2020 dalle ore 19,30 alle ore 20,30

 

irene-auddino-home-staging-expocasa

Di cosa parleremo?

Durante i due appuntamenti di ” PRENOTA QUI: COME CONQUISTARE GLI OSPITI CON LA CASA PER GLI AFFITTI BREVI “, vedremo insieme quali sono gli strumenti fondamentali per aprire le porte di casa agli ospiti e per prepararla al meglio all’accoglienza: l’home staging e la fotografia d’interni. Questi aspetti, se gestiti nella maniera corretta, avranno la conseguenza di migliorare le recensioni degli ospiti ed aumentare la visibilità dell’annuncio. E non è tutto, perché scoprirai che – se abbinati ad una comunicazione persuasiva e alla promozione di emozioni positive – questo intero mix può generare ed amplificare le prenotazioni.

Se sei un proprietario di casa che vuole cimentarsi nel settore o sei un operatore degli affitti brevi, non puoi perderti questi appuntamenti. Al fondo della pagina trovi tutti i riferimenti per partecipare gratuitamente al mio workshop che si terrà nell’area “il Salotto di Expocasa”, previa prenotazione, e per ottenere lo sconto per accedere ad Expocasa, valido da lunedì al venerdì.

Durante l’appuntamento di ” LA CASA BELLA SI VENDE PRIMA: I SEGRETI PER L’ANNUNCIO IMMOBILIARE VINCENTE “, invece, ci soffermeremo insieme a riflettere sulla preparazione della casa come valorizzare immobiliare, per ridurre i tempi di vendita e la trattativa sul prezzo. Avremo modo di parlare dei 4 migliori alleati per un marketing immobiliare strategico ed efficace: l’home staging e la fotografia d’interni, la comunicazione persuasiva e il web marketing.

Questo workshop ti interessa se sei un proprietario che ha intenzione di vendere casa, se sei un operatore del settore immobiliare, un investitore o un agente immobiliare che vuole approfondire i temi legati al marketing immobiliare, per vedere da vicino i benefici che coinvolgono la propria attività. Al fondo della pagina trovi tutti i riferimenti per partecipare gratuitamente a questo workshop, previa prenotazione, che si terrà nell’area denominata “il Salotto di Expocasa”, e per ottenere lo sconto per accedere alla manifestazione, valido da lunedì al venerdì.

 

expocasa-prenota-qui-affitti-brevi-irene-auddino-home-on-stage
expocasa-la-casa-bella-si-vende-prima-irene-auddino-home-on-stage

 

Come ti ho anticipato in apertura sarò ambasciatrice dell’home staging ad Expocasa e sono a dir poco emozionata!

Sono anche onorata di far parte delle Associazioni, quali Assostaging, l’Associazione Nazionale Home Staging e Valorizzazione Immobiliare e The International Association of Home Staging Professionals IAHSP® Europe che hanno deciso di patrocinare il mio contributo ad Expocasa ed all’intera manifestazione. Ringrazio di cuore anche Home Philosophy, la realtà formativa che mi ha fatto scoprire da vicino la professione di home stager per aver approvato questi workshop.

Come puoi partecipare?

Prenota subito il tuo posto ad uno dei miei workshop in programma nel “Salotto di Expocasa”, sarò davvero felice di incontrarti personalmente:

  • PRENOTA QUI: COME CONQUISTARE GLI OSPITI CON LA CASA PER GLI AFFITTI BREVI lunedì 2 marzo 2020 dalle ore 19,30 alle ore 20,30. Registra qui la tua iscrizione per partecipare a questo evento e riservare il tuo posto,
  • PRENOTA QUI: COME CONQUISTARE GLI OSPITI CON LA CASA PER GLI AFFITTI BREVI venerdì 6 marzo 2020 dalle ore 16,30 alle ore 17,30. Registra qui la tua iscrizione per partecipare a questo evento e riservare il tuo posto,
  • LA CASA BELLA SI VENDE PRIMA: I SEGRETI PER L’ANNUNCIO IMMOBILIARE VINCENTE venerdì 6 marzo 2020 dalle ore 19,30 alle ore 20,30. Registra qui la tua iscrizione per partecipare a questo evento e riservare il tuo posto.

Cliccando qui, invece, puoi ottenere il tuo buono sconto per l’ingresso ad Expocasa, valido dal lunedì al venerdì.

**********************************************

Se ti incuriosisce l’home staging e vuoi saperne di più, scrivimi una mail a irene@homeonstage.it, invaiami un messaggio WhatsApp o chiamami al 391 4714007, ti risponderò il prima possibile.
**********************************************

Irene Auddino premiata per il terzo anno consecutivo

Irene Auddino premiata per il terzo anno consecutivo

Il premio “Best Of Houzz” per la terza volta

Il riconoscimento dei clienti

La Community di Houzz ha nominato i migliori professionisti dedicati alla casa in Italia e in tutto il mondo e Home ON Stage – Irene Auddino ha vinto il premio Best of Houzz Customer Service Houzz®. Houzz è la piattaforma leader globale per il design e la ristrutturazione d’interni, che negli ultimi anni ha aperto le porte anche ai professionisti dell’home staging e dell’immobiliare.

Sono stata scelta tra gli oltre 2,5 milioni di professionisti del mondo del design di interni e della ristrutturazione, dagli utenti che popolano la community di Houzz.

Il riconoscimento “Best of Houzz” è conferito annualmente a tre categorie: Design, Customer Service e Photography.

Per il terzo anno consecutivo, mi è stato riconosciuto il Best of Houzz Service (Soddisfazione Clienti), che si basa su più fattori, tra cui il numero e la qualità delle recensioni ricevute da parte dei clienti, per cui ho lavorato e collaborato durante il 2019.

“Best Of Houzz 2020” appare già sul mio profilo con il badge dedicato, come segno della dedizione all’eccellenza. Questi premi aiutano i proprietari di casa a identificare i professionisti più seguiti, apprezzati e con le migliori recensioni su Houzz.

Il Best of Houzz di quest’anno premia i migliori talenti del settore design e ristrutturazione: siamo orgogliosi di dare loro visibilità all’interno dei nostri siti e delle app”, ha dichiarato Inés Cid, Regional Director di Houzz Southern Europe. “Si tratta di un premio rilevante perché riflette le preferenze dei milioni di proprietari di casa che popolano la community e utilizzano Houzz per assumere professionisti per i loro progetti in Italia e nel resto del mondo.”

Home ON Stage Irene Auddino premio Houzz

A proposito di Home ON Stage – Irene Auddino

Disegno case e compro riviste di arredamento sin dall’infanzia: la casa è sempre stata la mia passione, tanto da laurearmi in ingegneria edile, con il desiderio di poter progettare tante “case dei sogni”. Oggi svolgo la libera professione, affrontando e risolvendo il sistema casa in tutti i suoi aspetti.

Alcuni anni fa mi sono occupata della ristrutturazione di una casa, destinata alla vendita. Nonostante fosse una soluzione abitativa unica per tanti aspetti, questa casa faticava a trovare potenziali interessati.

Così, prendendo a cuore la questione e determinata a dare giusto risalto alle potenzialità di questo appartamento, mi sono avvicinata al mondo dell’home staging: avevo capito che in un mercato immobiliare sempre più competitivo bisogna saper attirare l’attenzione, emozionando il visitatore.

Dopo aver seguito un corso professionalizzante dedicato all’home staging, ha preso vita Home ON Stage, il mio progetto che rende le case protagoniste del mercato immobiliare, con un pizzico di creatività e originalità, mettendo a disposizione dei miei clienti il giusto mix di conoscenza, competenza e professionalità!

I miei interventi di valorizzazione immobiliare sono rivolti ai privati che desiderano dare un tocco nuovo, creativo e originale alla propria casa, e anche agli investitori ed agenti immobiliari che invece stanno cercando di rendere più appetibile un immobile per la vendita. In questo ultimo caso, dopo un’attenta analisi delle criticità della casa ed un mirato sopralluogo, l’allestimento – cucito su misura come un abito sartoriale e curato in ogni dettaglio (dal suo concepimento, alla realizzazione, sino alla fase finale della fotografia) – consentirà di vendere/affittare prima e alle migliori condizioni, anche nel caso di immobili destinati alla microricettività ed affitti brevi.

A proposito di Houzz

Houzz è la piattaforma online leader mondiale nell’arredamento della casa e nell’offerta di soluzioni di design in ogni fase della ristrutturazione. Dall’arredo di una stanza alla costruzione di una casa, Houzz mette in contatto milioni di utenti appassionati di design e professionisti di tutto il mondo. Avvalendosi del più ampio database di immagini di proposte residenziali e di una vivace community, Houzz è la soluzione più immediata per trovare idee, soluzioni, ricevere consigli, comprare prodotti e arredi, coinvolgere e ingaggiare professionisti per trasformare la casa dei sogni in realtà. Houzz ha sede a Palo Alto in California e dispone di uffici a Londra, Berlino, Mosca, Sydney e Tokyo. Houzz è un marchio registrato a livello internazionale da Houzz Inc.

Per maggiori informazioni consulta www.houzz.it

**********************************************

Se vuoi saperne di più sull’home staging clicca qui

Vorresti ottenere anche tu degli ottimi risultati, vendendo prima ed alle migliori condizioni?

Sei un agente immobiliare e credi che la presentazione delle case sia una risorsa vincente per la tua attività, ma non hai ancora trovato un partner di lavoro che ti aiuti a sfruttare questa risorsa? Parlane con ME ADESSO.

[Contattami per MIGLIORARE i TUOI risultati di vendita]

**********************************************

L’Home Staging e i suoi poteri: un esempio reale

L’Home Staging e i suoi poteri: un esempio reale

In questo articolo, ho raccontato di un caso studio: perché l’home staging funziona e, ti svelo un segreto, funziona davvero! Provare per credere!

 

Oggi il mercato immobiliare è davvero competitivo!

Sapete che ogni 10 case in vendita esistono in media solo 3 potenziali interessati?

Sono pochi, vero?

Soprattutto guardando al passato, in cui bastava posizionare la gru in nuovo cantiere o mettere il cartello “VENDESI” per attirare l’attenzione.

Oggi invece occorre avere visibilità, molta visibilità, per essere protagonisti in uno scenario tanto competitivo e riuscire a conquistare il podio.
Ecco perché bisogna sapersi distinguere e catturare l’interesse tramite una componente emotiva che solletichi l’interesse di chi è alla ricerca di una nuova casa.

Le case vuote, non abitate, spesso sono percepite come fredde, prive di appeal e, la maggior parte delle volte, il potenziale interessato in fase di visita non riesce a comprendere l’uso dello spazio.
Spesso può capitare che il visitatore, perplesso, si domandi: “ci staranno i miei mobili?” oppure “dove metto il divano?

Ed è proprio questo il motivo per cui è stato chiesto il mio intervento in questo bilocale in Torino.

Sapete che il cliente compra ciò che vede e non ciò che immagina?
Già, è proprio così.

E vale anche per questo bilocale, realizzato alla fine degli anni ’50 in un quartiere molto popoloso, con alcune parti allo stato originale e tanti lavoretti da programmare per renderlo attuale.

Oltre ad essere privo degli arredi, infatti, alcuni dettagli, come gli infissi obsoleti da sostituire, davano alla casa una percezione sbagliata delle sue potenzialità.

Così, ho programmato il mio sopralluogo e mi sono lasciata ispirare dalla casa per la mia proposta di allestimento. Le dimensioni della casa e le modifiche interne per la creazione della cabina armadio, risalente agli anni ’90, hanno contribuito a definire il target cui rivolgerci con la proposta di vendita: una coppia di giovani.

Per fortuna, su consiglio dell’agente immobiliare, le pareti erano già state imbiancate ed erano rimasti posizionati i mobili del cucinino. Insomma, c’erano tutti i presupposti per rendere attraenti questi 55 metri quadrati.

Il proprietario di casa ha accettato la mia proposta di intervento e il preventivo, comprensivo del noleggio del materiale previsto in allestimento per il periodo concordato e il servizio fotografico.

L’allestimento ha privilegiato l’uso di toni neutri, con qualche tocco monocromatico di giallo e di verde. L’idea alla base era tra i principi ispiratori dell’home staging: suggestionare con alcuni elementi di arredo, accessori e tessili coordinati tra loro l’uso dei vari ambienti, dando il giusto colore e calore all’intero appartamento.

Avendo valorizzato tutti i punti di forza dell’abitazione, i lavori utili per ammodernare la casa sono stati percepiti come trascurabili, secondari dai potenziali interessati. Anche la camera da letto che, prima dell’allestimento era vista come piccola, ha mostrato di essere un ambiente intimo ed accogliente, dimensionata per essere funzionale.

Sapete che una buona fotografia può fare la differenza in un annuncio immobiliare?

Una volta pubblicate le nuove fotografie, i contatti on line sono aumentati sensibilmente e, nonostante la concomitanza con le festività natalizie, la casa è stata oggetto di numerose visite… anche due al giorno.

La proposta di acquisto, accettata dal proprietario, è arrivata in soli 48 giorni dalla pubblicazione delle fotografie sui portali immobiliari.

Il proprietario, che sperimentava per la prima volta i “poteridell’home staging, è rimasto molto contento: la casa era sul mercato da oltre 22 mesi!

Anche l’agente immobiliare, che mi ha coinvolto in questa operazione di marketing, è soddisfatto: “questo immobile senza l’intervento di Home ON stage sarebbe rimasto solo uno tra tanti”.

Aver contribuito personalmente a centrare l’obiettivo con il giusto mix di conoscenze, competenze e professionalità, mi rende felice, così come mi rende felice aver dato vita ad “Home ON Stage”, il mio progetto dedicato alla valorizzazione immobiliare, che affianca la mia professione di ingegnere edile.

L’articolo è stato pubblicato il 27/04/2018 per la sezione #iosonohomestager  qui: https://www.annuncio-casa.it/blog/i-poteri-dellhome-staging-vendere-casa-velocemente-irene-auddino-home-on-stage/

**********************************************

Se vuoi saperne di più sull’home staging clicca qui

Vorresti ottenere anche tu degli ottimi risultati, vendendo prima ed alle migliori condizioni?

Sei un agente immobiliare e credi che la presentazione delle case sia una risorsa vincente per la tua attività, ma non hai ancora trovato un partner di lavoro che ti aiuti a sfruttare questa risorsa? Parlane con ME ADESSO.

[Contattami per MIGLIORARE i TUOI risultati di vendita]

**********************************************